Il progetto MIA è un progetto Europeo di formazione sull’alfabetizzazione mediatica e la narrazione, rivolto ad educatori, insegnanti e genitori con l’obiettivo di creare una piattaforma web in cui gli stessi possano interagire con contenuti, persone, strumenti e risorse relative allo sviluppo di una modalità più consapevole di utilizzo degli strumenti digitali fra i giovani consumatori, spesso passivi e poco critici.

Scheda di iscrizione

Workshop sulla media literacy

Leggi l'informativa “art.13 Regolamento UE 679/2016” prima di iscriverti

SINO Autorizzo NUOVA DIMENSIONE all'invio di comunicazioni commerciali
ed inviti ad eventi.

COSA SIGNIFICA alfabetizzazione mediatica

Diventare letterati dei media significa costruire capacità comunicative ed acquisire strumenti per interpretare, comprendere e mettere in discussione criticamente i media, allontanandosi da quella condizione di passività in cui spesso i giovani vivono nei confronti di ciò che il mondo digitale offre loro.

Un’alfabetizzazione alle notizie aiuta a sviluppare quel necessario senso critico nei confronti delle news, in modo che possano filtrare in modo più consapevole le informazioni nel web.

In quest’ottica l’utente viene posto al centro rispetto ad una mera trasmissione di contenuti, si tratta di un tipo di didattica più partecipata, dove lo studente ha un ruolo centrale nel processo di apprendimento. L’alfabetizzazione mediatica è un’abilità essenziale per ogni generazione.

Diventare alfabetizzati nei media significa anche puntare sulla costruzione delle capacità comunicative, da parte dei giovani e sul dotarli di strumenti per interpretare, comprendere, criticare e interagire attraverso i media.

WORKSHOP media in action

Il workshop rientra nel progetto MIA e si rivolge agli insegnanti di scuole primarie, secondarie di primo grado e di secondo grado ed ha l’obiettivo di stimolare una didattica innovativa all’interno del contesto scolastico.

Dalle relazioni prodotte per il Forum europeo sui media e l’informazione 2014, emerge chiaramente che la formazione degli insegnanti in materia di alfabetizzazione mediatica dovrebbe essere migliorata in tutta Europa. Il progetto MIA mira ad essere un sostegno importante e concreto in questa direzione.

Il workshop è organizzato dalla Cooperativa Nuova Dimensione, in quanto ente di riferimento per l’Italia del progetto MIA, in collaborazione con la Fondazione Patrizio Paoletti ente accreditato e qualificato presso il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR) per la formazione e l’aggiornamento pedagogico degli insegnanti della scuola dell’obbligo in Italia.

Il workshop è gratuito e sono riconosciute 12 ore di aggiornamento per gli insegnanti che partecipano.

OBIETTIVO generale

“Spostare lo studente dal ruolo di spettatore passivo al ruolo di attore che si mette in gioco in prima persona”.

L’obiettivo generale è quello di avvicinare il mondo della didattica scolastica al mondo dei giovani fruitori, favorendo l’individuazione delle risorse di ogni studente, delle sue capacità, delle sue caratteristiche e soprattutto facilitare lo sviluppo dei potenziali.

Attraverso una didattica più dinamica si vuole stimolare l’espressività dei giovani, permettendo, grazie al coinvolgimento della loro creatività, una migliore acquisizione dei contenuti didattici. Lo studente impara divertendosi ad utilizzarsi al meglio delle proprie capacità, scopre i propri talenti ed impara ad attingere da essi, creando le condizioni necessarie allo sviluppo dell’intelligenza emotiva, delle competenze sociali e della capacità di analisi e di riflessione, ampliando, così, il bagaglio di informazioni normalmente veicolate dal programma scolastico.

All’interno del percorso creativo, che porterà alla realizzazione dei contenuti, siano essi di forma video, audio o testuali, gli studenti si troveranno nella condizione di dover cercare nuove risposte e nuove soluzioni, aumentando la loro capacità di problem solving.

Abituare gli studenti ad esprimersi realizzando i contenuti di un blog, gli permette di allenare la creativià e di traslare questa risorsa in altri ambiti, divenendo più intelligenti; dove per intelligenza intendiamo la capacità di trovare sempre nuove risposte alle sollecitazioni e alle difficoltà che la vita offre .

OBIETTIVI specifici

  • Creare le condizioni per capire meglio come funzionano i media e stimolare i gruppi classe o comunque i discenti, a produrre prodotti multimediali come blog, video e podcast per raccontare le loro storie.
  • Stimolare un uso più consapevole del web, prevenire e combattere il bullismo e cyberbullismo.
  • Aumentare la capacità di Problem Solving.
  •  
  • Sviluppare le competenze comunicative attraverso la narrazione.
  • Utilizzare le capacità di scrittura in lingua madre degli studenti stranieri con lo scopo di aumentare il senso di autostima.
  • Imparare ad utilizzare gli strumenti tecnologici per produrre materiali scolastici multi-mediali a sostegno di una didattica più inclusiva e partecipata.
  • Produrre materiali didattici differenziati per coinvolgere ed aiutare maggiormente gli studenti con difficoltà di apprendimento.
  • Apprendere e saper utilizzare, all’interno della scuola, le competenze giornalistiche declinate nell’avvincente storytelling; strumento educativo versatile e alla portata di tutti.

COSA impareremo

Impareremo ad utilizzare la piattaforma MIA come risorsa da cui attingere contenuti, strumenti e news e ad interagire con la stessa in modo attivo attraverso condivisioni di materiali e racconti di esperienze.

Impareremo le tecniche di base giornalistiche per costruire, organizzare, gestire ed utilizzare strumenti didattici mediatici a sostegno dell’insegnamento: un blog di classe, video e podcast, animazioni etc.

Sperimenteremo gli strumenti acquisiti allo scopo di declinarli nelle varie realtà scolastiche.

STRUMENTI utilizzati

  • Digital storytelling e narrazione.
  • Analisi delle notizie (comprendere meglio cosa è un fatto e cosa un’opinione, imparare ad interpretare una notizia, capire cos’è una fake news).
  •  
  • Costruzione di un blog di classe e sua oganizzazione secondo le tecniche giornalistiche.
  • Creazione di video che possano sostenere le spiegazioni di argomenti specifici.
  • Utilizzo delle competenze acquisite.

Una volta creato uno spazio web di classe, l’insegnante potrà utilizzarlo per coinvolgere attivamente ogni studente nell’apprendimento, stimolando la creatività e l’espressività attraverso i racconti, lo storytelling, le discussioni per analizzare le notizie, sostenendo in questo modo lo sviluppo di capacità comunicative dei giovani e l’utilizzo di tutti i loro potenziali.

UNA FORMAZIONE continua

A seguito del workshop gli insegnanti verranno supportati a distanza nella loro sperimentazione degli strumenti acquisiti.

Dopo circa tre mesi è previsto un secondo incontro per condividere e confrontarsi sui percorsi sperimentati in classe, sui loro risultati, sulle problematiche incontrate.

OBIETTIVO a lungo termine

L’obiettivo a lungo termine è che gli insegnanti formati possano coinvolgere e formare a loro volta altri insegnanti della stessa scuola all’utilizzo dello blog di classe.